IO SONO: IL RISVEGLIO DEL SETTIMO SENSO

Lorenzo Testardi

"NANOUK"

Ricercatore Emozionale

IO SONO: il risveglio del Settimo Senso

Per vivere una vita più serena e in perfetto equilibrio con noi stessi è necessario ricontattare e prendere coscienza della nostra identità, della nostra essenza.

Osservare e approfondire la conoscenza del proprio IO SONO è fondamentale per il nostro processo evolutivo. Per questa consapevolezza il “Settimo senso”, il senso che abbiamo dimenticato, ci viene in aiuto concedendoci di amare profondamente noi stessi e di conseguenza tutto ciò che ci circonda.

Lo chiamiamo “Settimo senso” perché tutti noi siamo abituati a considerare come “il sesto senso” l'intuito. In sostanza il settimo senso è il senso del corpo senziente. Con questo metodo elaborato da Lorenzo “Nanouk” Testardi attraverso il gioco, la respirazione, la musica, la meditazione ed altri esercizi esperienziali avremo la possibilità di “esplorare” la conoscenza e la comprensione di noi stessi per accrescere la propria autostima e migliorare le relazioni con gli altri.

Un viaggio a ritroso, alla ricerca del nostro “fanciullo” che ci consentirà d’imparare a liberarci dei nostri “fantasmi”. Tra le finalità del corso ci sono la ricerca della gioia come incentivo al vivere in armonia con se stessi e con il mondo circostante, l’acquisizione dell’ironia come strumento funzionale all’individuo per avere una chiave di lettura al positivo.

Contenuti del Programma: Conoscere se stessi e gli altri, Ascolta il tuo Corpo, Presa di Coscienza, Giudizio e Accettazione, L’Intenzione, AutoIronia, AutoStima, Le paure, La gioia, La comunicazione del corpo, Improvvisazioni, Il risveglio, Io sono!!.

 

CONFERENZA/DIBATTITO: N° 1 Incontro della durata di 2 ore ca.

PER-CORSO: Incontri con cadenza settimanale di 2/3 ore (numero d'incontri variabile)

WORKSHOP: Week- End Full Immersion, n° 2 giorni dalle 10,00 alle 18,00

 

Testimonianze:

…Io sono stata curiosa, fin dal primo giorno, di sapere cos’era questo per-corso e soprattutto che effetto mi avrebbe fatto, portato qualcosa, interessato, se avrei scoperto qualcosa di me che non conoscevo. Fin dal primo giorno ho capito che era qualcosa di inaspettato, insolito, di straordinario per la mia vita. Ora ho imparato tante cosa. Tante parole hanno preso forma, significato. CONOSCERE noi stessi, cercare chi siamo. Siamo? Cosa siamo? Attraverso il rapporto col gruppo, attraverso l’ascolto del respiro e la presa di coscienza del mio corpo da “dentro”, ho capito quali e quanti sono i miei limiti e come e facile, anche se faticoso, superarli. La FIDUCIA negl’altri e nelle nostre capacità, imparare ad aver fiducia nella famiglia, questa famiglia, la famiglia a casa, la famiglia fuori, la famiglia nel mondo. AMORE per gli altri e per me stessa, amore incondizionato, senza nessun giudizio ne per gl’altri ne per me stessa. RISPETTO/ACCETTAZIONE rispetto per me, per ciò che sono e per gli altri, accettazione dei mie limit e de mie difetti e anche di quelli degli altri. INTENZIONE capire ciò che voglio, dove voglio andare a farlo capire agl’altri, con calma e determinazione. Per me non è stato facile. IO SONO, io devo decidere per me stessa, cosa voglio indossare, cosa voglio mangiare, dove voglio andare. Basta, nessuno deve farlo per me. ESPLORARE, capire, cercare di capire, muovermi nel mio tempo, nella società, avere le mie idee e muovermi attraverso il mio tempo. CERCARE il mio bambino, che ha voglia di esplorare, di divertirsi, di essere spiritoso, curioso, candido, puro. Qui c’è ancora molto da lavorare, lo so. Il percorso è ancora lungo eppure mi hai già dato tanto, mi hai aperto delle “finestre”, ho capito cose che solo attraverso questa esperienza si capisco, o meglio di VIVONO. Ho imparato a non giudicarmi, ha pensare un po’ più a me, ad amare un po’ di più gli altri. Ora di sicuro non voglio più chiudermi nella mia ZONA DI CONFORT, voglio uscirne e assaporare a pieno la VITA. Grazie Lorenzo, per la calma, la pace, l’amore che riesci a trasmettere. Grazie per la tua passione, attenzione e dedizione col quale conduci i tuoi percorsi. Non dimenticherò mai questa esperienza. Non posso lasciare che questa esperienza passi. Deve rimanere viva dentro di me e lavorare dentro di me. Qualcosa è davvero cambiato. GRAZIE GRAZIE GRAZIE…

 

 

…Il più bel regalo che mi sono fatta nella mia vita. Una delle esperienze più toccanti della mia vita. Regalarmi un salto di qualità, una sferzata di energia, non è da tutti i giorni e non è così facile. GRAZIE Lorenzo del grande dono che mi hai fatto…

…Avevo bisogno di sapere chi sono, di affrontare le mie paure, le mie incertezze, di capire CHI voglio essere. Una vita alla ricerca di una me stessa più forte, o più vera, alla ricerca del BENESSERE INTERIORE. Non so se ci sono riuscita, quanto e se dovrò cercare ancora, ma di sicuro questi due giorni me li ricorderò per un pezzo. E spero anche gli amici, le persone che mi hanno accompagnato, sostenuto e anche un po’ amato. Il senso di amore, di protezione, di non giudizio, di accettazione che ci hai trasmesso è stato potentissimo. Forse è il “segreto” dell’amore che non avevo mai capito fin’ora. Il gruppo mi ha sostenuto quando avevo paura, quando ho pianto nessuno ha giudicato la mia debolezza, il mio dolore. Credevo di essere sola col mio dolore, invece tu eri lì, gl’altri erano lì con me e mi avete aiutato col vostro calore, con le vostre energie. E’ stata una cosa bellissima. Straordinaria. Non ero più sola. Ho rispettato il mio dolore, non mi ha toccato, si è messo al mio fianco, nient’altro. Sostegno, calore e amore. Pare incredibile che alla mia età abbia sperimentato certe emozioni, ma è così. Il sentirsi ascoltati, accettati, amati da un gruppo di persone “sconosciute” è sta una cosa fantastica. Grazie Lorenzo per la tua grande capacità di creare una “famiglia” e di trasmettere il vero significato dell’AMORE UNIVERSALE…

 

 

…quello che ho vissuto è forse indescrivibile a parole. Le parole chiave sono state MORTE e RINASCITA. Mi hai fatto “morire” e “rinascere” e sicuramente sarò un’altra persona, questa esperienza mi cambierà, lo spero. Non voglio dimenticare nulla di questo percorso. Il bambino che è in me è uscito fuori, mi è piaciuto divertirmi, giocare, muovermi nello spazio. Ho sentito i miei limiti ma non me ne sono importato. Ho anche scoperto molti più limiti di quelli che avrei creduto. Ne ho ancora tanti e tanto da imparare, ma sono molto contento dei progressi fatti. Continuerò con il mio percorso in questa strada perché mi fa bene, mi fa star meglio. Devo ascoltare di più il mio bambino interiore, che mi hai fatto conoscere e rinascere, e che ho sempre “soffocato”. Questa sera, quando sono rientrato a casa, ho potuto dare un forte abbraccio a mio figlio, che ne ha bisogno. Sono sicuro che per lui ci saranno grosse sorprese in futuro perché chi cerca molto, prima o poi viene ricompensato e a lui sarà riservato un vero tesoro. Io il tesoro ce l’ho già nelle mani, una nuova consapevolezza. Forse non sarò mai un leader ma di certo torno a casa diverso, rinnovato, nuovo,8 avendo trovato dei fantastici amici, una nuova “famiglia” seguita da un “babbo” fantastico e speciale di nome Lorenzo che non dimenticherò e porterò nel cuore con tanta gratitudine e affetto. GRAZIE per la meravigliosa esperienza e per avermi aiutato a “ricordare quello che avevo dimenticato”. GRAZIE…

 

Copyright © Lorenzo Testardi All Rights Reserved.